ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La storia di Kiki e Sabrina, due fratellini sopravvissuti

Lettura in corso:

La storia di Kiki e Sabrina, due fratellini sopravvissuti

Dimensioni di testo Aa Aa

Kiki e Sabrina erano stati salvati mercoledì notte a Port-au-Prince. Rimasti intrappolati sotto le macerie dal giorno del terremoto, hanno resistito fino a quando i soccorritori non li hanno fatti uscire dalla loro casa, sbriciolata dal sisma. Otto e dieci anni, ora raccontano la loro storia. A Kiki un giornalista chiede come abbia fatto a resistere così a lungo senza cibo e acqua: “Dio mi ha aiutato” – risponde lui.

Ma alla gioia per essere sopravvissuti, si contrappone il dolore per aver perso i due fratellini, come racconta Sabrina: “Il mio fratellino è morto proprio al mio fianco – dice. Il suo corpo ha iniziato a decomporsi vicino a me. Prima di morire mi ha chiesto acqua e non c’era acqua”. La loro storia, ora, continua con la ricerca di un alloggio. Così come circa due milioni di sfollati, la famiglia di Kiki e Sabrina si ritrova a vivere negli accampamenti in condizioni disperate.