ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Entro cinque anni gli afgani responsabili della propria sicurezza

Lettura in corso:

Entro cinque anni gli afgani responsabili della propria sicurezza

Dimensioni di testo Aa Aa

Entro cinque anni l’Afghanistan arriverà ad occuparsi da solo della sicurezza nel Paese. Ad affermarlo è Rangin Daftar Spanta – fino a qualche giorno fa ministro degli Esteri afgano – a meno di una settimana dalla conferenza internazionale di Londra dedicata all’Afghanistan. Parlando al Congresso della SPD a Berlino, l’ex ministro – incaricato di preparare l’intervento del suo Paese alla conferenza – ha spiegato che Kabul punta a fornire circa 170.000 soldati e 130.000 poliziotti.

Ma ha anche insistito sul fatto che la comunità internazionale non deve abbandonare il terreno troppo in fretta. Tutto questo mentre in Germania si discute di un possibile aumento della presenza militare tedesca in Afghanistan, con i socialdemocratici che chiedono una riduzione. Come ha spiegato Sigmar Gabriel, leader della SPD: “Suggeriamo di ridurre le truppe tra il 2013 e il 2015 – ha detto. Tutti devono sapere che il nostro impegno in Afghanistan ha una durata limitata”.

A Londra, giovedì prossimo, il Cancelliere Angela Merkel non ci andrà. Al suo posto sarà presente il Vice-cancelliere e ministro degli Esteri, Guido Westerwelle. Per ora il governo di Berlino ha smentito indiscrezioni di stampa secondo le quali il ministro della Difesa Karl-Theodor zu Güttemberg vorrebbe aumentare il contingente di 1.500 unità, arrvando così a 6.000 militari.