ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Monaco, continuano le indagini sul falso allarme esplosivo che ha paralizzato l'aeroporto

Lettura in corso:

Monaco, continuano le indagini sul falso allarme esplosivo che ha paralizzato l'aeroporto

Dimensioni di testo Aa Aa

Un po’ imbarazzati, un po’ in collera, i responsabili della sicurezza dell’aeroporto tedesco di Monaco di Baviera provano a far luce sull’allarme che ieri ha paralizzato lo scalo.

Il computer apparentemente positivo al controllo antiesplosivo – da cui tutto è iniziato – non si trova, al pari del suo proprietario, un passeggero che potrebbe perfino essere ignaro di quanto scatenato.

“Dobbiamo domandarci perché sia accaduto proprio qui, e quali siano le condizioni di lavoro del personale” si chiede Josef Scheuring, del principale sindacato di polizia. “Vorremmo un controllo dell’efficacia delle procedure di sicurezza negli aeroporti tedeschi. Vorremmo migliori condizioni per il personale che lavora qui”.

L’allarme esplosivo ha fatto scattare la procedura prevista in caso di minaccia o di attentato, facendo convergere sulla zona più di 1200 agenti.

L’incidente ha bloccato per ore decine di voli e un intero terminale, provocando la chiusura temporanea dell’aeroporto.