ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Persone ancora in vita sotto le macerie di Haiti

Lettura in corso:

Persone ancora in vita sotto le macerie di Haiti

Persone ancora in vita sotto le macerie di Haiti
Dimensioni di testo Aa Aa

Un fratello e la sorella estratti vivi dalle macerie a Port-au-Prince. Si aggiungono a una lista di un centinaio di persone ritrovate ancora in vita sotto edifici sbriciolati. Sette e dodici anni, ci sono volute oltre tre ore per farli uscire da quella che prima del sisma era la loro casa. I medici li hanno trasportati in un ospedale da campo per curarli.

Mia ha due anni. L’hanno ritrovata in un asilo della capitale. La madre è rimasta lì ad aspettare i soccorsi dal giorno del terremoto. Le dice di non piangere, perché è tutto finito. Così come Mia, altri bambini sono stati ritrovati ancora in vita dai soccorritori: una piccola di soli 22 giorni, ad esempio, che è riuscita a resistere senza cibo, senza acqua.

Un piccolo miracolo, come potrebbero essercene tanti altri, aiutato, come spiegano gli esperti, dal microclima che si crea sotto le macerie, che ritarderebbe il processo di disidratazione. Le ore più difficili, tuttavia, sono quelle dopo il salvataggio.