ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Haiti. Frenetiche ricerche fra le macerie

Lettura in corso:

Haiti. Frenetiche ricerche fra le macerie

Dimensioni di testo Aa Aa

È una corsa contro il tempo quella che si sta compiendo ad Haiti. Per salvare il più possibile di vite, prima che le speranze si affievoliscano del tutto.

Un uomo ancora vivo è stato trovato sotto le macerie dell’hotel Montana, mentre sono ancora 200 i dispersi fra gli ospiti dell’albergo. A volte i soccorritori si trovano a dover compiere scelte terribili:

“Per estrarre un ferito abbiamo dovuto amputargli la gamba”.

Cuba ha accettato di aprire il suo spazio aereo ai voli USA che trasportano le vittime del sisma, riducendo sensibilmente il tempo di volo dall’isola dei Caraibi a Miami.

I volontari arrivati da tutto il mondo non smettono di lavorare alla ricerca di sopravvissuti:

“Non ci fermiamo da quasi due giorni. Finora abbiamo salvato tre persone”

La situazione è drammatica in città e anche nelle zone limitrofe. Nelle bidonville sulle alture intorno alla capitale non si può arrivare perché tutte le strade sono interrotte. E per il momento i soccorritori possono compiere sopralluoghi solo in elicottero.