ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I senza-tetto a rischio fame

Lettura in corso:

I senza-tetto a rischio fame

Dimensioni di testo Aa Aa

Centinaia di migliaia di haitiani sono accampati come possono. Più che tende, si tratta di ripari di fortuna, allestiti accanto ai quartieri distrutti. Sono tre milioni e mezzo gli abitanti dell’isola che hanno subito danni dalla scossa del 12 gennaio.

“Credo che nei prossimi giorni tante persone non avranno più da mangiare né da bere – dice Pierre Liesco, abitante di Port au Prince -. Abbiamo bisogno di aiuto, è urgente”.

Gli aiuti internazionali continuano ad affluire, anche se in modo ancora disorganizzato, mentre aumenta il numero di Paesi che stanziano somme di denaro da destinare ai terremotati. L’Italia si è impegnata per un milione e mezzo di euro, la Svizzera per circa due milioni.

Disperati, molti abitanti di Port au Prince saccheggiano quello che resta dei magazzini. Anche il deposito del programma alimentare mondiale dell’Onu è stato assaltato.