ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Hedegaard e Ciolos di fronte agli europarlamentari

Lettura in corso:

Hedegaard e Ciolos di fronte agli europarlamentari

Dimensioni di testo Aa Aa

A Bruxelles proseguono le audizioni dei futuri Commissari.
Oggi è stata la volta di Connie Hedegaard, che ha fustigato un’Europa incapace di parlare con una voce sola sull’ambiente.

Designata commissario per l’azione sul clima, di fronte agli europarlamentari, che le hanno imputato parte della responsabilità dell’insuccesso di Copenaghen, ha risposto:

“È stato quasi imbarazzante non riuscire a raggiungere una posizione comune sulla deforestazione alla conferenza di Copenaghen. Questo è solo un esempio della mancanza di una base comune”.

Non si è lasciato cogliere di sopresa dalle domande dei deputati neppure il romeno Dacian Ciolos, designato a diventare commissario per l’Agricoltura.

Sostenitore dell’attuale politica agricola comunitaria, difesa dai francesi, ma poco gradita ai britannici, Ciolos ha comunque precisato:

“I sussidi diretti sono stati stabiliti in passato in base alle referenze storiche, ritengo che si debbano prendere in considerazione le nuove realtà e trovare dei criteri che ci permettano una distribuzione più equilibrata”.

L’Unione dovrà rivedere entro il 2013 la politica agricola semplificando il sistema di sussidi e compensazioni che oggi danno origine a molte ineguaglianze.
Ciolos avrà il compito di coordinare il processo di riforma.