ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Haiti: ospedali a cielo aperto e senza medici

Lettura in corso:

Haiti: ospedali a cielo aperto e senza medici

Dimensioni di testo Aa Aa

Anche la sanità haitiana rimane schiacciata dal terremoto. Del principale ospedale di Port-au-Prince non restano che reparti a cielo aperto, improvvisati lungo una strada. Una situazione ulteriormente aggravata dagli effetti del sisma: sbriciolata la struttura, le scosse di martedì hanno anche ridotto di quasi il 90% il personale in servizio.

“Non abbiamo più niente – spiega il direttore Guy LaRoche -. Anche perché gran parte dei medici devono ora prendersi cura delle loro famiglie. Difficile che tornino a lavorare, prima di aver risolto i loro problemi in casa. Di solito sono 150, ma ora non ne ho a disposizione neanche 20”.

Con un solo ospedale rimasto operativo, la speranza è ora in quelli da campo, che dovrebbero moltiplicarsi grazie agli aiuti internazionali.
Mentre ci si affretta a rimuovere i cadaveri per arginare il rischio epidemie, in giornata è attesa l’entrata in funzione della struttura allestita dalla Protezione civile italiana.