ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Haiti. Blocchi stradali di protesta con i cadaveri

Lettura in corso:

Haiti. Blocchi stradali di protesta con i cadaveri

Dimensioni di testo Aa Aa

Ad Haiti manca tutto. La popolazione esasperata comincia a saccheggiare quanto resta fra le macerie dei supermercati, mentre per le vie di Port-au-Prince, in segno di protesta per la lentezza nella distribuzione degli aiuti, sono stati eretti blocchi stradali ammassando i corpi delle vittime del terremoto. Si temono tumulti e alla missione di pace ONU c‘è preoccupazione per l’eventualità che vengano saccheggiati anche i negozi di armi.

A tre giorni dal devastante sisma che ha colpito l’isola caraibica, la Croce rossa locale dà le prime stime sui morti probabili che sarebbero fra i 40mila e i 50mila. Gli italiani dispersi sono un centinaio.

Settemila corpi sono stati sotterrati in fosse comuni, ma i cadaveri sono ancora dappertutto. I camion requisiti dalla polizia circolano senza sosta per toglierli dalla strada e scongiurare lo scoppio di epidemie.