ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ancora estratti vivi dalle macerie

Lettura in corso:

Ancora estratti vivi dalle macerie

Dimensioni di testo Aa Aa

Dalle macerie dell’hotel Montana, soccorritori francesi e spagnoli estraggono sopravvissuti. E ci sono ancora persone vive, là sotto. Sono 200 i residenti nell’hotel che risultano dispersi.
Carla Shawn, americana, ha superato bene lo choc. Ha raccontato che poche ore dopo il terremoto qualcuno aveva sentito le sue grida ma poi, chissà per quale ragione, nessuno era tornato per tentare il salvataggio.
E’ stata piu’ di cinquanta ore là sotto.
“Ero con altre cinque persone, tutte vive. Due di loro hanno le gambe fratturate, gli altri hanno ferite non gravi. Ma non pensavamo proprio di farcela”.
In precedenza, un bambino era stato estratto dalle macerie e si trova ora in buone condizioni.
Continuano febbrili le operazioni di scavo e ricerca nella sede delle Nazioni Unite di Port au Prince. Trentasette i dipendenti Onu che hanno trovato la morte, mentre sono ancora più di 300 i dispersi.
Le squadre di soccorso continuano ad arrivare da tutto il mondo, ma il livello della devastazione è troppo alto. Nei quartieri più popolari, gli haitiani debbono fare da soli per tentare di salvare chi è ancora sotto le macerie.