ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Solidarietà internazionale per Haiti

Lettura in corso:

Solidarietà internazionale per Haiti

Dimensioni di testo Aa Aa

Provoca strazio e dolore a livello internazionale l’ecatombe di Haiti.

Il presidente USA Obama non ha nascosto la propria emozione:

“Le immagini e le notizie di edifici crollati, case distrutte, donne e uomini che piangono e che trasportano persone ferite spezzano il cuore. Questa tragedia è ancora più crudele e incomprensibile per un Paese e un popolo che hanno già attraversato momenti di difficoltà e tanto sofferto.”

Alla sede di New York del Consiglio di sicurezza dell’Onu è stato osservato un minuto di silenzio per le vittime del sisma. La stessa organizzazione è stata duramente colpita dalla catastrofe:

“ E’ una tragedia per Haiti – ha dichiarato il segretario dell’ONU, Ban Kii Moon – per la popolazione hatiana e per le Nazioni Unite.”

Costretti ad emigrare dal paese più povero del continente americano per combattere la miseria, è in Francia che si concentra in Europa la piu’ grande comunità haitiana.
Per tutti loro queste, sono ore di angoscia:

“Ho fratelli e sorelle e amici -dice un emigrato haitiano – perciò siamo preoccupati, tutta la mia famiglia”.

“Ho appena avuto delle informazioni su mia sorella – ha aggiunto un altro cittadino haitiano – mi ha detto che dove è lei è tutto distrutto. Ora si trova per strada”.

Con un sentimento di frustrazione e impotenza a New York è attraverso le onde di Radio Soleil che da ore si alternano i racconti degli haitiani in cerca di speranza:

“Non c‘è un solo haitiano qui negli Stati Uniti – dice uno dei dj dell’emittente – che non sia direttamente coinvolto nella tragedia, ognuno di noi ha laggiù dei famigliari che sono morti o seriamente feriti”.

Per tutti gli haitiani queste sono lunghe ore. E lo saranno ancora per molto tempo.