ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Alcuni feriti accolti nella Repubblica Dominicana

Lettura in corso:

Alcuni feriti accolti nella Repubblica Dominicana

Dimensioni di testo Aa Aa

In un ospedale a cento chilometri da Port-au-Prince si curano i feriti. Una piccola parte. Qualcuno è rimasto intrappolato dalle macerie. Qualcun altro si è rotto una gamba cadendo dalla bicicletta, nel momento in cui la terra ha tremato. C‘è bisogno di medicinali e non solo, come spiega il premier di Haiti Jean-Max Bellerive: “Avremo bisogno di acqua, cibo, medicine, perché ci son parecchi feriti e non abbiamo ancora trovato tutti quelli che sono sepolti sotto le loro case – dice. Mentre continuiamo con questo lavoro avremo bisogno di medicinali e molto aiuto”.

Oltre ai feriti gravi, in tanti hanno problemi, per avere inalato la polvere delle macerie o per aver bevuto acqua contaminata. Un gruppo di persone ferite è stato trasportato in autobus nella confinante Repubblica Dominicana, che con Haiti divide il territorio dell’Isola Hispaniola. Anche la Repubblica Dominicana ha avvertito il sisma, senza però subire danni di rilievo.