ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ue: Jeleva, moglie di un 'gangster' commissario?

Lettura in corso:

Ue: Jeleva, moglie di un 'gangster' commissario?

Dimensioni di testo Aa Aa

Problemi veri o presunti quelli di Rumjana Jeleva, ex ministro degli Esteri nel suo Paese, che diventano il primo guaio della futura Commissione Barroso.

Il confronto si fa a colpi di documenti che secondo l’interessata dimostrano la regolarità della sua posizione rispetto al fisco bulgaro. Non secondo Judith Sargentini, del gruppo Verdi-Alleanza Libera Europea:

“Nell’ultima risposta che mi ha dato ha detto di non essere proprietaria del gruppo Global Concept. Io ho dei documenti che dicono il contrario. Ora, forse non sono documenti corretti. Ma se lo fossero, lei ci avrebbe detto qualcosa di falso. Allora sarebbe un problema”.

Anche il gruppo socialista sospende il giudizio in attesa di dati certi: “Non do un giudizio definitivo perché dobbiamo decidere come gruppo” spiega Hannes Swoboda. “Ma come socialisti-democratici, per ora il nostro è un no. Per ora”.

Il gruppo dei liberal-democratici europei sposta la discussione su come risolvere il problema ed evitare un vicolo cieco. Charles Goerens, deputato lussemburghese:

“Abbiamo tutto l’interesse a porre fine ad ogni speculazione ed avere delle istituzioni che lavorano. E credo che il Presidente Barroso e il Parlamento Europeo abbiano interesse a metter fine al più presto possibile a questa discussione. Ben inteso, dopo aver fatto chiarezza”.