ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'ex "spin doctor" di Blair depone davanti alla commissione sulla guerra in Iraq

Lettura in corso:

L'ex "spin doctor" di Blair depone davanti alla commissione sulla guerra in Iraq

Dimensioni di testo Aa Aa

L’inchiesta sulla partecipazione del Regno Unito alla guerra in Iraq entra nel vivo. A testimoniare davanti alla commissione Chilcot il primo peso massimo, Alastair Campbell, ex consigliere per la comunicazione di Tony Blair.

Campbell aveva dato le dimissioni nel 2003 dopo l’accusa di aver gonfiato il dossier sulla minaccia irachena per giustificare l’entrata in guerra. Campbell ha difeso la linea di Blair:

“Lui credeva davvero, e ci crede ancora oggi, che in tali situazioni si deve percorrere a fondo la via diplomatica, ma che quando si ha a che fare con gente come Saddam Hussein bisogna esercitare contemporaneamente la minaccia della forza”.

La deposizione più attesa, prevista tra fine mese e i primi di febbraio, è quella dell’ex premier, che nel 2003 decise di inviare circa 45mila soldati al fianco degli Stati Uniti, nonostante l’assenza di una risoluzione dell’Onu.

Blair ha rilanciato la polemica a dicembre affermando che sarebbe entrato in guerra anche se avesse saputo che Baghdad non aveva le armi di distruzione di massa, armi poi mai trovate, ma perché era necessario un cambio di regime.