ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Afghanistan, ucciso giornalista britannico

Lettura in corso:

Afghanistan, ucciso giornalista britannico

Dimensioni di testo Aa Aa

Un giornalista britannico è stato ucciso in Afghanistan. Rupert Hamer, inviato del Sunday Mirror, è rimasto vittima dell’esplosione di una bomba posta al lato della strada mentre viaggiava con un convoglio di marines americani. Un soldato è morto nello scoppio e il fotografo del Sunday Mirror è rimasto gravemente ferito. E’ la prima volta che un giornalista britannico muore durante una missione in Afghanistan dall’avvio dell’intervento internazionale nel 2001.

L’attacco è avvenuto nella zona di Helmand. A Kandahar, il 30 dicembre scorso, un’altra giornalista occidentale era stata uccisa da una bomba.

La canadese Michelle Lang, 34 anni, reporter del Calgary Herald era in un blindato insieme a quattro soldati suoi connazionali, tutti morti nell’esplosione.

Il 2009 è stato di gran lunga l’anno più sanguinoso per le forze occidentali in Afghanistan. Stati Uniti e Gran Bretagna hanno perso più del doppio dei soldati rispetto alla media degli anni precedenti, quasi tutti uccisi da bombe al passaggio di convogli.