ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Quasi 4,5 milioni di croati votano oggi per il secondo turno delle presidenziali

Lettura in corso:

Quasi 4,5 milioni di croati votano oggi per il secondo turno delle presidenziali

Dimensioni di testo Aa Aa

I seggi restano aperti fino alle 19. E’ una sorta di derby, questo ballottaggio: i due candidati provengono dallo stesso partito (social-democratico) e i loro programmi elettorali non differiscono in modo sostanziale.

Va detto che in Croazia il presidente non gode di troppi poteri: per esempio, puo’ poco in materia di riforme e di economia, particolarmente urgenti.

Favorito è Ivo Josipovic, cinquantaduenne professore di diritto, che secondo i sondaggi avrebbe tra il 52 e il 55% dei consensi.

Lo insegue il sindaco di Zagabria, Milan Bandic, che si candida come indipendente: le principali diffrenze sono nelle alleanze politiche e nell’atteggiamento, piu’ vicino ai ceti popolari. Bandic si è poi avvicinato ai conservatori e ai cattolici, il cui consenso potrebbe essere decisivo.

Entrambi gli sfidanti contano di completare entro quest’anno i colloqui di preparazione all’entrata nell’Unione Europea, prevista per il prossimo anno o per il 2012.

Tra gli obbiettivi principali richiesti da Bruxelles, lo sradicamento della corruzione, la riforma della giustizia e della pubblica amministrazione.