ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Si dichiara non colpevole l'attentatore di Natale

Lettura in corso:

Si dichiara non colpevole l'attentatore di Natale

Dimensioni di testo Aa Aa

“Non colpevole”. Così l’aspirante kamikaze del fallito attentato di Natale al volo Delta Northwest, si è dichiarato davanti a un tribunale di Detroit, mentre l’islam scandiva il suo “no” al terrorismo per le strade della città.

Tra i sei i reati contestati al 23enne Umar Faruk Abdulmutallab, anche tentato omicidio e tentato uso di arma di distruzione di massa. Per ciascun capo di imputazione rischia fino a 30 anni.

Segnalato anche dal padre, il nome del giovane nigeriano era già noto all’antiterrorismo americano. Il mancato coordinamento fra le agenzie, gli ha però consentito di imbarcarsi indisturbato ad Amsterdam con una quantità d’esplosivo sufficiente a far saltare aereo.

“Errori imperdonabili” per i quali Obama si è assunto la responsabilità, preannunciando anche nuove misure: “Rafforzeremo le nostre difese, ma non cederemo ad una mentalità di Paese sotto assedio che sacrifica la sua società aperta, le sue libertà e i suoi valori. Come ha dimostrato l’attentato di Natale, noi sviluppiamo nuove tecnologie di controllo e i nostri nemici cercheranno nuovi modi per sfuggire ai controlli. In questa gara infinita per proteggere il nostro Paese, noi dovremo sempre essere un passo avanti.”

Dal presidente degli Stati Uniti anche l’invito ai partner internazionali a tenere alta la guardia sul fronte della sicurezza negli aeroporti. Un appello, che dopo Paesi Bassi e Regno Unito, anche l’Italia raccoglie nella forma dei body scanner. Mentre il ministro della salute ordina verifiche supplementari sui loro effetti, ad aprile partirà la sperimentazione a Milano, Roma e Venezia.