ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La nazionale del Togo, vittima di un attentato, si ritira dalla Coppa d'Africa

Lettura in corso:

La nazionale del Togo, vittima di un attentato, si ritira dalla Coppa d'Africa

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stato trasferito in Sud Africa il portiere della nazionale di calcio del Togo: venerdi’ la squadra è stata oggetto di un attentato in Angola, dove si trovava per partecipare alla Coppa d’Africa.

Alcune fonti parlano della morte del portiere, ancora non confermata. Come sono contraddittorie pure le informazioni sull’autista che guidava il pulman dei calciatori, forse anch’egli deceduto.

Finora sono 2 le vittime certe: si tratta dell’allenatore in seconda e del responsabile della comunicazione della squadra.

Il mezzo su cui la delegazione del Togo viaggiava è caduto sotto colpi di mitragliatrice, mentre passava la frontiera tra il Congo-Brazaville e l’Angola. Un attacco rivendicato dal “Fronte di Liberazione” dell’enclave di Cabinda, che si batte per l’indipendenza dall’Angola di questa porzione di territorio, ricca di risorse del sottosuolo.

“Secondo informazioni provenienti dal nostro esercito – ha affermato il ministro dell’Informazione dell’Angola – il ‘Fronte di Liberazione’ dell’enclave di Cabinda, che ha causato l’attentato, veniva dalla Repubblica del Congo, dove il commando è tornato dopo l’attacco”.

Intanto il governo del Togo ha deciso di ritirare la propria nazionale dalla Coppa d’Africa.