ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un terrorista fa strage in Daghestan

Lettura in corso:

Un terrorista fa strage in Daghestan

Dimensioni di testo Aa Aa

Il terrorismo torna prepotentemente alla ribalta nel Caucaso russo. A Makhachkalà, in Daghestan, un’autobomba ha provocato la morte di 6 poliziotti e dell’autista kamikaze, e una quindicina di feriti. Sempre in Daghestan, sulla linea ferroviaria Mosca-Baku, è stato disinnescato un potente ordigno. In Inguscezia è stata neutralizzata una bomba posta sotto a un gasdotto.

La ribellione si è intensificata nel corso del 2009, assumendo forti tinte di radicalisomo islamico. E i russi non dimenticano che è proprio in Daghestan, che, nel 1999, è cominciata la seconda delle due guerre cecene.

Quell’anno un gruppo di fondamentalisti venuti dalla vicina Cecenia e guidati da Chamil Basaiev provoca un’insurrezione. Le truppe russe vengono inviate sul posto per ricacciare Basaiev in Cecenia, dove i soldati continuano il conflitto con gli indipendentisti locali. La seconda guerra cecena finisce ufficialmente 10 anni più tardi.

Il 16 aprile Mosca ha annunciato la fine dell’operazione antiterrorista nella repubblica ribelle. Malgrado l’apparente normalizzazione, nessun ritiro dell’esercito è stato però ancora ufficialmente decretato.

Altri focolai insurrezionali si registrano nelle repubbliche vicine. E ormai sull’indipendentismo originario si è innestata l’ideologia fondamentalista, favorevole alla costituzione di uno stato islamico per federare tutti i mussulmani russi contro Mosca.

Nel giugno scorso, dopo l’omicidio del ministro dell’interno del Daghestan, a sorpresa, il presidente russo Dimitri Medvedev si è recato sul posto. Il capo del Cremlino ha usato toni duri, proclamando di voler liquidare la feccia terrorista. Ma in un secondo tempo ha riconosciuto che sono la povertà e la mancanza di prospettive a spingere tanti giovani fra le braccia del radicalismo armato. Secondo i dati resi noti i guerriglieri sono sempre più giovani e, anche se molti leader sono stati uccisi, il ricambio sembra assicurato.