ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ottanta milioni di indigenti mentre si apre l'anno europeo della lotta contro la povertà

Lettura in corso:

Ottanta milioni di indigenti mentre si apre l'anno europeo della lotta contro la povertà

Dimensioni di testo Aa Aa

Dieci anni fa i leader europei si impegnarono a imprimere un’accelerazione allo sradicamento della povertà entro il 2010. Nell’anno europeo dedicato a questa lotta la situazione resta drammatica: a 80 milioni di persone mancano le risorse di base, e tra queste ci sono 19 milioni di bambini.

Diciassette milioni di euro il budget totale stanziato per le iniziative dell’anno europeo della lotta contro la povertà, una condizione in cui si trovano sempre più persone.

“Da quando c‘è stata la crisi e forse anche prima ci sono stati dei cambiamenti”, afferma Nicolas Dermine, del servizio di pronto intervento sociale di Bruxelles. “Per strada si ritrovano molte più persone, che vengono da Francia, Spagna, Olanda…”.

La Commissione europea intende insistere sulla responsabilità collettiva in materia di lotta alla povertà. Le Ong chiedono misure drastiche per evitare che la crisi economica renda vani i risultati raggiunti negli ultimi anni.

“Rispetto a dieci anni fa le persone che vivono nella povertà hanno più difficoltà ad accedere ai diritti fondamentali, che si tratti dell’alloggio, dell’istruzione, delle cure sanitarie”, sostiene Régis De Muylder, di ATD quarto mondo.

L’anno europeo della lotta contro la povertà e l’esclusione sociale inizierà ufficialmente a Madrid il 21 gennaio con una conferenza organizzata dalla presidenza di turno spagnola e dalla Commissione Europea.