ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sprint finale per i futuri commissari europei

Lettura in corso:

Sprint finale per i futuri commissari europei

Dimensioni di testo Aa Aa

Alcuni sono riconfermati, altri sono volti nuovi. I membri della Commissione Barroso 2 sono ormai noti. Ultimo passaggio obbligato per loro, l’audizione davanti agli eurodeputati.

La commissione europea è l’organo esecutivo dell’Unione Europea. E’ composta da un rappresentante per ogni Stato. La nuova commissione conterà 27 membri: un presidente e 26 commissari ognuno con un incarico specifico per un mandato di 5 anni. Tra i commissari ci sono diversi vicepresidenti.

Novità introdotta dal Trattato di Lisbona: uno di loro, in questo caso la britannica Catherine Ashton, occuperà anche l’incarico di Alto rappresentante dell’Unione per gli Affari esteri e la politica di sicurezza. Riconfermato alla guida dell’istituzione José Manuel Barroso è fiero dei suoi futuri collaboratori:

“Ho il piacere di ridare il benvenuto a 13 commissari”, ha detto Barroso. “Questa squadra è una fusione perfetta di esperienza e di nuove opinioni. Abbiamo un programma europeo. Ora abbiamo una squadra europea”.

Una squadra che deve convincere gli eurodeputati di avere il profilo giusto. Compito dei parlamentari è accertarsi delle competenze di ciascuno, ma anche del loro impegno europeo e della loro indipendenza personale.

Una semplice formalità? Non proprio. Nel 2004 il candidato italiano Rocco Buttiglione non aveva superato le audizioni parlamentari. Pesarono le sue dichiarazioni controverse su omosessualità e donne.
Dopo il voto di approvazione all’europarlamento previsto il 26 gennaio, la Commissione Barroso 2 sarà ufficialmente nominata dal Consiglio e potrà allora mettersi al lavoro. In programma: la ripresa economica, l’occupazione, la sicurezza o anche la cittadinanza, senza dimenticare la protezione del clima. Un portafoglio specifico è stato creato a questo scopo.

Accedete alla nostra edizione speciale