ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fermato in Kenya l'estate scorsa l'attentatore del vignettista danese

Lettura in corso:

Fermato in Kenya l'estate scorsa l'attentatore del vignettista danese

Dimensioni di testo Aa Aa

Il cittadino somalo arrestato in Danimarca per essersi introdotto armato nella casa dell’autore delle vignette su Maometto, sarebbe stato fermato, l’estate scorsa, col sospetto di voler compiere un attentato, in Kenya. Lo scrive un quotidiano danese. Davanti al giudice di Aarhus che lo accusa di tentato omicidio l’uomo ha scelto di non rispondere.

Il gesto del somalo ha riaperto le polemiche sulla questione delle identità. “Ci sono forze che puntano a un conflitto col mondo occidentale. E queste faranno di tutto per raccogliere le energie dei musulmani contro la nostra cultura”, dice il ministro degli Esteri danese.

L’attacco contro il disegnatore Kurt Westergaard ha però sollevato anche le reazioni degli islamici danesi, a cui ha dato voce il deputato e leader di Musulmani Democratici Naser Khader.

“E’ importante che il mondo musulmano impari ad accettare le critiche alla propria religione. Una religione che permette di farsi criticare è una religione forte”.

Non è la prima volta che qualcuno attenta alla vita di Westergaard. Già nel febbraio 2008 la polizia arrestò un gruppo di 4 persone, con l’accusa di voler uccidere il disegnatore.