ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Torna a casa Moore l'ex ostaggio inglese. Polemiche sul ruolo dell'Iran

Lettura in corso:

Torna a casa Moore l'ex ostaggio inglese. Polemiche sul ruolo dell'Iran

Dimensioni di testo Aa Aa

Peter Moore è di nuovo a casa. L’ex ostaggio britannico, rapito nel 2007 in Iraq, ieri pomeriggio è tornato nell’Oxfordshire.

Per il 36enne esperto informatico la fine di un incubo ma in Gran Bretagna è polemica su come il caso è stato gestito dalle autorità, sulle presunte bugie dette in due anni e mezzo di attesa, e su un presunto scambio di prigionieri per la liberazione dell’uomo.

“ 4 settimane fa, dice il patrigno di Moore, ero venuto a sapere di alcune riunioni segrete tra gli Americani e i sequestratori di mio figlio. L’Uffico per gli Affari Esteri pero’ non sapeva nulla. E’ completamente all’oscuro di tutto quello che è succeso negli ultimi sei mesi”.

Moore venne rapito a Baghdad insieme a 4 guardie del corpo. Tre di loro furono uccise, del quarto uomo non si ha piu’ avuto alcuna notizia. Quello che fa discutere è il possibile ruolo di Teheran nella vicenda. Secondo il Guardian furono i pasdaran iraniani a promuovere il rapimento e a gestire la detenzione.

Speculazioni ribatte il Foreign Office, ma da Baghdad il generale americano Petraues fa sapere che Moore, una parte della prigionia, l’avrebbe passata proprio in Iran.