ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Accusa di tentato omicidio per il somalo entrato in casa del disegnatore anti-Islam

Lettura in corso:

Accusa di tentato omicidio per il somalo entrato in casa del disegnatore anti-Islam

Accusa di tentato omicidio per il somalo entrato in casa del disegnatore anti-Islam
Dimensioni di testo Aa Aa

E’ comparso davanti al giudice di Aarhus, in Danimarca, il ventottenne somalo ferito e arrestato mentre tentava di penetrare armato nella casa dell’autore delle vignette su Maometto che negli anni scorsi avevano indignato ampi settori musulmani.

L’uomo, che nella notte è stato operato per le ferite causategli dagli spari della polizia, deve rispondere di tentato omicidio. Secondo il racconto di Kurt Westergaard, infatti, il somalo, armato di coltello e di un’ascia, sarebbe piombato nella sua casa dopo aver rotto una vetrata all’ingresso. Il disegnatore, che ha 74 anni, si sarebbe allora rifugiato in una stanza blindata avvertendo la polizia, mentre l’attentatore avrebbe continuato a urlare frasi con propositi di vendetta.

La polizia danese ritiene che il fermato, in Danimarca con un regolare permesso di soggiorno, abbia legami con i gruppi somali del fondamentalismo islamico.

Il disegnatore Westergaard divenne celebre nel 2005, dopo aver creato alcune vignette che ritraevano il profeta Maometto con una bomba sotto il turbante; una immagine che suscitò l’indignazione di gran parte del mondo islamico, e scatenò una ondata di violente manifestazioni in molti paesi. La tensione finì per aumentare l’anno dopo, quando alcuni giornali ripubblicarono le vignette. Negli incidenti che ne sono seguiti morirono almeno 50 persone.