ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Russia, contro le contraffazioni prezzo minimo per la vodka


Federazione russa

Russia, contro le contraffazioni prezzo minimo per la vodka

Costerà più caro, in Russia, brindare con la vodka. Una iniziativa del governo, infatti, ha stabilito il prezzo minimo legale di due euro per una bottiglia da mezzo litro.

Scopo del provvedimento è di combattere la produzione clandestina della bevanda alcolica nazionale.

Secondo stime, la metà della vodka in vendita in tutto il paese è prodotta illegalmente, e viene venduta al prezzo di un euro per una bottiglia da mezzo litro: la stessa somma che i produttori legali sono tenuti a pagare a titolo di imposta.

“Chi ha l’abitudine di bere della buona vodka continuerà a farlo, lo stesso coloro che con la vodka si avvelenavano. Certo non servirà a niente, è solo propaganda”.

“La gente da sempre beve, senza badare al prezzo, e continuerà a farlo. Questa è la verità. E purtroppo ciò che prima era economico ora diventa caro”.

La questione dell’abuso di alcool in Russia è stata definita dal presidente Medvedev “un disastro nazionale”

Sono almeno 400.000 all’anno le vittime causate in Russia dalla intossicazione etilica.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

L'Ue guarda al futuro. Van Rompuy lancia la Strategia 2020