ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Terrore in Afghanistan: 13 vittime fra canadesi e americani

Lettura in corso:

Terrore in Afghanistan: 13 vittime fra canadesi e americani

Dimensioni di testo Aa Aa

Giornata di sangue in Afghanistan. Tredici fra statunitensi e canadesi, le vittime di due diversi attacchi avvenuti nelle ultime ore. Nel primo, alla base americana Chapman di Khost, hanno perso la vita 8 agenti della Cia. Responsabile un kamikaze, celebrato da una rivendicazione talebana come “valoroso ufficiale dell’esercito afghano”.
Il secondo attacco è avvenuto a pochi chilometri da Kandahar, bastione taleban nel sud del paese.
Vittime sono qui stati quattro militari e una giornalista canadese, saltati in aria in seguito allo scoppio di una bomba, che ha travolto il mezzo blindato su cui viaggiavano.
Trentaquattro anni e alla sua prima missione in Afghanistan, la reporter del Calgary Herald Michelle Lang era al seguito dei militari nel corso di un’operazione di pattugliamento.
Il caporedattore del suo giornale, Lorne Motley, la ricorda come “una persona speciale”, da cui poter sempre imparare qualcosa. “Partecipiamo al dolore – dice commosso – dei familiari, il fidanzato e gli amici”.
Le perdite canadesi in Afghanistan salgono così a 138. 2800 i militari attualmente impegnati soprattutto nella zona di Kandahar. Il contingente a cui appartenevano le vittime dell’attacco avrebbero dovuto essere rimpatriati nel 2011.