ULTIM'ORA

Lettura in corso:

L'opposizione iraniana: "Lacrimogeni sui manifestanti"


Iran

L'opposizione iraniana: "Lacrimogeni sui manifestanti"

Teheran torna a mostrare i muscoli. Sotto accusa per le contestazioni represse nel sangue domenica, la polizia iraniana sarebbe di nuovo intervenuta con decisione contro gli avversari del regime islamico. A denunciarlo è il sito dissidente Jaras. Le forze dell’ordine sarebbero ricorse ai gas lacrimogeni, per disperdere i sostenitori di Mirhossein Moussavi e Mehdi Karroubi, i due leader dell’opposizione, che il governo sosteneva avessero abbandonato la capitale.

“Le menti della contestazione – annuncia il ministro dell’intelligence Heidar Moslehi – sono state identificate. Alcune sono state arrestate. Aspettiamo ora che il sistema giudiziario faccia il suo dovere e disponga nei loro confronti delle sanzioni esemplari”.

I media iraniani continuano intanto a diffondere le immagini di oceaniche mobilitazioni in sostegno del regime. Migliaia di persone richiamate in piazza dall’appello a denunciare il “complotto sionista e americano contro la repubblica islamica”. “I capi della sedizione – ha detto l’ayatollah Khamenei – vanno giustiziati in quanto nemici di Dio”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Plurimanifestazione in Medioriente contro il blocco di Gaza