ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Karabakh, negoziato con difficoltà

Lettura in corso:

Karabakh, negoziato con difficoltà

Dimensioni di testo Aa Aa

Progressi, ma con qualche difficoltà. E’ l’esito, in termini diplomatici, dell’incontro di Monaco di Baviera tra il presidente armeno Serzh Sarksyan e il suo omologo azero Ilham Aliyev sul conflitto nel Nagorno Karabakh. Alla vigilia, Aliyev aveva parlato di incontro decisivo per evitare un intervento armato.
“Penso che oggi la cosa più importante – dice il mediatore americano dell’Osce Robert Bradtke – sia stata che i due presidenti hanno discusso in modo approfondito e serio, hanno voluto affrontare argomenti finora considerati difficili e molto controversi”.
Il Nagorno Karabakh è una regione dell’Azerbaigian abitata soprattutto da armeni che all’epoca della caduta dell’Unione sovietica ha fatto secessione con l’aiuto armato di Yerevan.
Una soluzione del conflitto è diventata una priorità da quando il più importante alleato di Baku, la Turchia, ha deciso di aprire una nuova fase diplomatica con l’Armenia.
Dopo un secolo di contrasti sul genocidio armeno, Ankara e Yerevan hanno sancito il mese scorso uno storico riavvicinamento, che ha però provocato un irrigidimento dell’Azerbaigian.