ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Finlandia. Strage nel centro commerciale

Lettura in corso:

Finlandia. Strage nel centro commerciale

Dimensioni di testo Aa Aa

La Finlandia è sotto shock per la sparatoria che qusta mattina, vicino a Helsinki, ha provocato 6 morti, fra cui l’omicida. Teatro del dramma, un centro commerciale a Espoo. E’ lì che Ibrahim Shkupolli, 43 anni, di origini kosovare e con precedenti penali, è entrato. Giunto al primo piano ha cominciato a sparare all’impazzata con una calibro 9, lasciando a terra 4 cadaveri. Poi è scappato. Il racconto di un testimone:

“C’era un sacco di gente che gridava e molti commessi erano in preda al panico”.

Prima di andare al centro commerciale, l’assassino si era recato nell’appartamento della sua ex compagna, uccidendo anche lei. Alla fine Shkupolli si è suicidato. L’ispettore capo Seppo Ruotsalainen:

“Abbiamo ricevuto ulteriori informazioni riguardo alla sesta vittima. In base a queste informazioni sembra al momento che la sesta vittima sia la persona sospettata per quanto è accaduto”.

L’ex moglie dell’omicida lavorava nel negozio in cui è avvenuta la strage. L’inchiesta si orienta a seguire la pista passionale. Malgrado la fine del rapporto fra i due, Shkupolli avrebbe continuato a tormentare la donna con la propria gelosia. La vittima aveva ottenuto una sentenza che, teoricamente, impediva all’ex compagno di avvicinarla in casa o al lavoro. Una protezione che non l’ha salvata.