ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un'imbarcazione britannica con materiale chimico a bordo, un cargo greco con fertilizzanti. I pirati tornano a colpire al largo delle coste somale.

Lettura in corso:

Un'imbarcazione britannica con materiale chimico a bordo, un cargo greco con fertilizzanti. I pirati tornano a colpire al largo delle coste somale.

Dimensioni di testo Aa Aa

Il St James Park proveniva dalla Spagna ed era diretto in Thailandia, quando è stato bloccato con 26 membri di equipaggio, nel Golfo di Aden.

Il viaggio del Navios Apollon è stato invece interrotto a nord delle Seychelles. Battente bandiera panamense, con 19 membri di equipaggio, doveva arrivare in India, dalla Florida.

Abdul Rahman Jangeli, Ministro degli Esteri somalo:

“Abbiamo bisogno di combattere la pirateria non solo in mare, ma anche sulla terraferma. Il governo somalo e le istituzioni di sicurezza somale devono essere potenziate per poter contrastare l’attività di questi pirati”.

Gli attacchi dei pirati sono aumentati quest’anno. Su circa 300 in tutto il mondo, quasi 180 sono stati perpetrati da pirati somali.

Nonostante la presenza della forza navale europea nelle acque al largo della Somalia, l’instabilità politica a Mogadiscio, infatti, facilita loro le cose.

Così come i riscatti. L’ultimo bottino, 4 milioni di dollari che avrebbero ottenuto dal rilascio di un container di Singapore.

WEB WEB WEB

I pirati sequestrano altre due imbarcazioni

Un’imbarcazione britannica con materiale chimico a bordo, un cargo greco con fertilizzanti. I pirati tornano a colpire al largo delle coste somale. Il St James Park proveniva dalla Spagna ed era diretto in Thailandia, quando è stato bloccato con 26 membri di equipaggio, nel Golfo di Aden. Il viaggio del Navios Apollon è stato invece interrotto a nord delle Seychelles. Battente bandiera panamense, con 19 membri di equipaggio, doveva arrivare in India, dalla Florida.

“Abbiamo bisogno di combattere la pirateria non solo in mare, ma anche sulla terraferma, dice Abdul Rahman Jangeli, Ministro degli Esteri somalo. Il governo somalo e le istituzioni di sicurezza somale devono essere potenziate per poter contrastare l’attività di questi pirati”. Gli attacchi dei pirati sono aumentati quest’anno. Su circa 300 in tutto il mondo, quasi 180 sono stati perpetrati da pirati somali. Nonostante la presenza della forza navale europea nelle acque al largo della Somalia, l’instabilità politica a Mogadiscio, infatti, facilita loro le cose. Così come i riscatti. L’ultimo bottino, 4 milioni di dollari che avrebbero ottenuto dal rilascio di un container di Singapore.