ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iran, condanna internazionale della repressione

Lettura in corso:

Iran, condanna internazionale della repressione

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono scesi in piazza gli iraniani all’estero. A Berlino, a Parigi e in altre città europee, compatti nel rispondere con manifestazioni spontanee al pugno di ferro usato da Teheran dopo le contestazioni finite nel sangue.

La violenta repressione del dissenso ha registrato la censura unanime della comunità internazionale. E l’Iran incassa anche la ferma condanna della Casa Bianca: il Presidente Barack Obama ha chiesto all’Iran il rispetto dei diritti del popolo e la scarcerazione immediata delle persone arrestate ingiustamente.

In manette una quindicina di esponenti dell’opposizione, mentre resta incerto il bilancio degli scontri: l’Iran ridimensiona a 60 feriti e 8 vittime.

La tv di stato parla di 300 arresti e 15 persone morte nella calca. E nello stesso tempo diffonde le immagini della folla che ha sfilato per le strade per esprimere solidarietà al governo.