ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sicurezza supplementare negli aeroporti dopo l'attentato di Detroit

Lettura in corso:

Sicurezza supplementare negli aeroporti dopo l'attentato di Detroit

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stato formalmente accusato di aver cercato di far saltare un aereo passeggeri il 23enne nigeriano che ha cercato di far esplodere un ordigno sul volo Amsterdam-Detroit dell’americana Delta airlines.

Il giovane, che ora si trova ricoverato per ustioni in un ospedale del Michigan, era stato immobilizzato da un passeggero.

Faruk Abdulmutallab era iscritto all’University College di Londra dove Scotland Yard ha effettuato delle perquisizioni. Setacciato anche il suo appartamento londinese.

Diretto negli Stati Uniti, il ragazzo aveva superato senza problemi i controlli. Per questo ora diversi aeroporti, sia in Europa che negli Stati Uniti, hanno incrementato le misure di sicurezza. Rimane infatti un mistero come questo ragazzo, che vanta legami con al Qaida, sia riuscita a farla franca con addosso l’esplosivo che, a suo dire, si era procurato nello Yemen.

Certo l’episodio ha fatto crescere la tensione: ieri un aereo della Lufthansa diretto da Francoforte a Detroit ha effettuato uno scalo di emergenza in Islanda per un falso allarme.