ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia. Arresti fra i militanti curdi

Lettura in corso:

Turchia. Arresti fra i militanti curdi

Dimensioni di testo Aa Aa

Le autorità turche parlano di una quarantina di arresti nell’ambito di un’operazione negli ambienti del militantismo curdo. Secondo fonti curde, invece, gli arrestati sarebbero circa il doppio. La polizia è intervenuta a Dyarbakir, principale città del sud-est anatolico, e in’altra decina di località, fra cui Ankara e Istanbul. Fra i fermati ci sarebbero anche alcuni sindaci e un avvocato dell’ex leader del PKK Abdullah Öcalan, da tempo in carcere.

L’operazione avrebbe come obiettivo di smantellare i contatti che il Partito dei Lavoratori del Kurdistan sarebbe riuscito ad annondare con alcune ONG curde e con il Partito per una Società Democratica, appena dissolto dalle autorità turche perché accusato di collusione con il movimento separatista.

Lo scioglimento, l’11 dicembre, di quello che era il più importante partito filo curdo in Turchia ha provocato gravi disordini, con un bilancio di almeno 2 morti. Il conflitto fra le autorità centrali della Turchia e la minoranza curda dura da almeno 25 anni. Le fasi di lotta armata hanno provocato oltre 40mila morti.