ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Betlemme. Natale all'ombra del muro

Lettura in corso:

Betlemme. Natale all'ombra del muro

Dimensioni di testo Aa Aa

Betlemme si prepara alla celebrazione del Natale all’ombra del muro costruito dagli israeliani e che separa la vicina Gerusalemme dalla Chiesa della Natività. Un muro che incarna la paura dell’altro secondo il Patriarcato latino in Terra Santa, poco compatibile, dunque, con la fraternità simboleggiata dal Natale. Malgrado le difficoltà, le autorità locali attendono l’arrivo di circa 50mila pellegrini provenienti da tutto il mondo:

“Sì, il nostro popolo soffre ancora per le sanzioni – dice il sindaco di Betlemme Victor Batarseh -Questo muro sta dividendo Betlemme. Sfortunatamente non sono previsti cambiamenti e anzi ci sono sempre più restrizioni, Ciò incide negativamente sulla nostra economia, sul livello di vita della nostra popolazione, in tutti i settori della Città Santa”.

Nell’altro fulcro mondiale per le celebrazioni del Natale, il Vaticano, quest’anno un cambio di programma, anche se preannunciato con largo anticipo, ha dato adito a speculazioni sulla salute del Papa, subito smentite dalla Santa Sede. Fatto sta che Benedetto XVI non celebrerà la tradizionale messa a mezzanotte, bensì alle 10 di sera. La ragione addotta: preservare la fragile salute dell’ottantaduenne Pontefice in un periodo di attività particolarmente intensa.