ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA, riforma sanitaria: rush finale al Senato

Lettura in corso:

USA, riforma sanitaria: rush finale al Senato

Dimensioni di testo Aa Aa

Per Barack Obama è il regalo di Natale che dovrebbe risollevare le sorti del suo mandato dandogli un’altra occasione di passare alla storia. Domani il Senato si appresta ad approvare la riforma del sistema sanitario che il presidente democratico aveva promesso in campagna elettorale. Per gestire eventuali problemi dell’ultimo minuto, il Presidente degli Stati Uniti ha deciso di rinviare le vacanze alle Haway:

“Non partirò finché gli amici del Senato non avranno finito il lavoro. Penso che se loro compiono questo sacrificio per assicurare un’assistenza sanitaria a tutti gli americani, il minimo che io possa fare è quello di restare a Washington per incoraggiarli e offrire loro l’eventuale aiuto di cui potrebbero aver bisogno”.

Comunque la maggioranza democratica si è ricompattata e il numero magico di 60 sì al progetto sembra assicurato. Ma il faticoso iter della riforma che finisce regolarmente sul tavolo della politica americana da più di un secolo non termina col voto al Senato. Il testo che i senatori dovrebbero approvare domani avrà bisogno di essere armonizzato con quello già passato alla Camera. Si prevedono nuove intense trattative e quindi ulteriori compromessi, mentre la sinistra democratica accusa Obama di aver concesso troppo per ottenere l’approvazione, snaturando il progetto iniziale.

Il piano prevede di assicurare una copertura sanitaria ai 30 milioni di americani poveri che ne sono privi.