ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Eurostar sotto la Manica: il ripristino totale soltanto dopo Natale

Lettura in corso:

Eurostar sotto la Manica: il ripristino totale soltanto dopo Natale

Dimensioni di testo Aa Aa

Tornerà alla normalità solo dopo Natale il servizio Eurostar del tunnel sotto la Manica. Dopo quattro giorni di blocco, il traffico ferroviario da e per Parigi, Londra e Bruxelles è ripreso martedì mattina, ma per smaltire tutte le partenze rinviate bisognerà attendere almeno il 28 dicembre.

La ripresa del servizio ha riguardato due treni su tre: per 26.000 persone che martedì sono arrivate a destinazione ce ne sono state infatti altre 75.000 bloccate.

“I bambini stanno bene – dice una mamma in viaggio con i figli -. Stanno resistendo bene… Forse meglio di me! Ho pianto per tre giorni: voglio solo essere a casa per Natale e invece penso lo passeremo a Bruxelles!”

Un’inchiesta dovrà verificare il trattamento ricevuto dai passeggeri, eventuali mancanze di coordinamento tra Eurostar e la società che gestisce il tunnel e le cause che hanno fatto piombare decine di migliaia di persone in un incubo proprio a ridosso del Natale.

“Sono felice di tornare a casa – commenta una ragazza irlandese -. E’ da sabato che sono bloccata qui e ho una coincidenza a Holyhead in Galles, dove devo prendere un traghetto per Dublino in Irlanda”.

Fra venerdì e sabato almeno 2.500 persone sono rimaste bloccate sotto il mare per sedici ore. Le Ferrovie francesi hanno già evocato dei corto-circuiti provocati dalla differenza di temperatura fra l’esterno e l’interno della galleria. La molta neve accumulatasi sulle motrici si sarebbe brutalmente condensata all’ingresso nel tunnel.

I risultati dell’inchiesta saranno resi noti a fine gennaio: la luce in fondo al tunnel, è il caso di dirlo, è ancora lontana.