ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Trasporti nel caos nel primo weekend di grande freddo in Europa

Lettura in corso:

Trasporti nel caos nel primo weekend di grande freddo in Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Treni, autostrade, aeroporti hanno sofferto disagi cancellazioni o ritardi nel primo weekend di grande freddo in Europa. Dalla Gran Bretagna al Belgio alla Francia, all’Italia, la neve è caduta copiosa rendendo difficili gli spostamenti.

“Ho capito che la situazione è difficile – dice un belga in attesa di partire dall’aeroporto di Bruxelles -. La neve è arrivata all’improvisso. Bisogna solo essere pazienti”.

“Sto provando a cambiare il biglietto per prendere un altro aereo domani. Dovevo andare a Dakar ma le piste sono state chiuse. Vediamo come va domani”, dice un altro passaggero all’aeroporto di Bruxelles.

In Europa dell’est in molti paesi le temperature sono scese sotto i -20 gradi. In Polonia nella sola giornata di sabato a causa del freddo sono morte quindici persone, portando a 47 il numero di vittime dall’inizio del mese.

I più colpiti sono naturalmente i senza tetto e la polizia sta facendo il giro dei rifugi di fortuna per convicerli a rivolgersi a un centro di assistenza dove è possibile passare la notte al caldo.

“Non voglio andare in un centro perché lì c‘è troppa gente”, spiega un clochard polacco.

Le temperature in gran parte d’Europa dovrebbero cominciare a risalire da domani per raggiungere le normali di stagione à metà settimana.