ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Anche oggi treni fermi nell'Eurotunnel


Francia

Anche oggi treni fermi nell'Eurotunnel

Anche oggi niente Eurostar sulla linea Parigi-Londra. Dopo la paralisi di venerdi sera, quando oltre duemila passeggeri sono rimasti bloccati per tutta la notte nel tunnel sotto la Manica, la compagnia non dà una data certa per la ripresa del servizio.

Ieri solo due o tre convogli avevano viaggiato, accumulando peraltro grandi ritardi.

“E’ stato un viaggio lungo e scomodo. Ci sono volute 28 ore per arrivare qui. E’ piuttosto strano”, si lamenta un passeggero.

“E’ stato un viaggio orrendo e devo dire che Eurostar non ha mai chiesto scusa. Ci hanno ringraziati per la pazienza senza mai dire ci scusiamo, o qualcosa del genere. Per me è disgustoso”, aggiunge una donna.

La causa del blocco – i problemi elettrici causati dalla neve dissolta nel tunnel, dove si registrano temperature più alte che all’esterno – non sarebbe stata sconosciuta a Eurostar. Secondo il construttore dei treni infatti erano già avvenuti inconventienti del genere.

Per il momento la compagnia evita di toccare questo aspetto, e si limita, per bocca del direttore generale, a promettere risarcimenti.

“Tanto per cominciare offriamo il rimborso totale del viaggio di ritorno, un viaggio gratis aggiuntivo, e 150 sterline per ogni passeggero. Crediamo che sia abbastanza per testimoniare la buona volontà. E’ anche un gesto di scuse, un modo per dire ci dispiace quello che è accaduto”, spiega il direttore generale della compagnia.

L’Eurotunnel tra la Francia e la Gran Bretagna, aperto nel 1994, è lungo 51 chilometri, e trasporta in media ogni giorno quasi ventimila persone.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Morto l'Ayatollah iraniano Hossein Ali Montazeri, fu uno dei successori designati di Khomeini