ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'ultimo giorno di Cop15, maratona finale di colloqui

Lettura in corso:

L'ultimo giorno di Cop15, maratona finale di colloqui

Dimensioni di testo Aa Aa

I leader del mondo hanno a disposizione l’ultimo giorno, oggi, per trovare il compromesso sul clima. A Copenhagen il vertice volge alla conclusione tra il timore di un fallimento e la speranza che una maratona di colloqui potrebbe riaccendere. Nella notte, infatti, i rappresentanti di una trentina di Paesi, industrializzati ed emergenti, hanno lavorato dietro le quinte a una dichiarazione che dovrebbe spianare la strada a un accordo sotto l’egida dell’Onu.

“Siamo molto cauti. Ci sono ancora differenze profonde – aveva dichiarato Ban Ki-Moon in serata. Ma non vedo perché non dovremmo riuscire a superarle. I leader del mondo sono venuti a Copenhagen perché vogliono un accordo”. Oltre alle divergenze sui tagli alle emissioni, restano quelle su come finanziare l’accordo post-Kyoto. Gli Stati Uniti, sul tavolo, hanno messo una proposta. “Nel quadro di un accordo forte – ha detto il Segretario di Stato Hillary Clinton -, gli Stati Uniti sono pronti a lavorare con altri Paesi per riuscire a mobilitare 100 miliardi di dollari all’anno entro il 2020 per fare fronte ai bisogni dei Paesi in via di sviluppo”.

Per molti, la speranza di questo ultimo giorno di vertice si chiama anche Obama. Per il Presidente degli Stati Uniti in agenda ci sono parecchi incontri, a partire da quello con il premier cinese Wen Jabao. Obama vedrà anche il presidente russo Dmitri Medvedev, con cui discuterà di armi nucleari. Si parla di un accordo sulla loro riduzione.