ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I Balcani più vicini all'Europa

Lettura in corso:

I Balcani più vicini all'Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Dalla mezzanotte di venerdi i cittadini di Serbia, Montenegro e della ex repubblica yugoslava di Macedonia, potranno viaggiare nei paesi dell’Unione europea senza bisogno di visto di ingresso.

La nuova regolamentazione degli ingressi rappresenta il primo passo sulla strada di una futura integrazione dei paesi balcanici in Europa, e da subito ha dato nuovo impulso al turismo, come spiega Milica Zarkovic, responsabile di una agenzia di viaggi.

“Dal 30 novembre, a quando risale la decisione di abolire i visti, sono di molto cresciute le richieste di viaggi di breve durata nelle capitali europee, specialmente per l’anno nuovo”.

In base alle nuove regole, non saranno necessarie formalità per entrare nell’area Schengen, che comprende 25 paesi dell’Unione e altri tre esterni ad essa.

Entro la fine dell’anno Belgrado presenterà la richiesta formale di adesione all’Unione europea. Una procedura finora congelata a causa della mancata estradizione all’Aja dei ricercati per crimini di guerra.