ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Governo portoghese, sì a matrimoni gay

Lettura in corso:

Governo portoghese, sì a matrimoni gay

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Portogallo apre al matrimonio omosessuale. Il governo socialista di José Socrates ha approvato un disegno di legge che dà validità giuridica ai matrimoni gay. Ma il dibattito a Lisbona è appena all’inizio, le resistenze non mancano e comunque, a differenza della vicina Spagna, il progetto portoghese non prevede la possibilità per la coppia omosessuale di adottare bambini. L’opposizione conservatrice è contraria e chiede qualcosa si simile ai Pacs francesi:

“La nostra proposta prevede di salvaguardare i diritti fondamentali per un tipo di relazione di questo genere ma che non sarà comunque equiparabile a un matrimonio” dice un deputato conservatore.

Il blocco di sinistra che appoggia il progetto critica tuttavia il fatto che, pur riconoscendo il diritto di unione tra omosessuali, si limiti questo diritto impedendo l’adozione:

“E’ bizzarro che si metta fine alla discriminazione al diritto al matrimonio creando nuove discriminazioni per le persone dello stesso sesso”.

Il dibattito e la legislazione in Europa sul riconoscimento delle coppie gay sono in piena evoluzione. Novergia, Svezia, Belgio, Paesi Bassi e Spagna prevedono il matrimonio equivalente quello tra eterosessuali. In altri Paesi l’unione gay mantiene alcune differenze rispetto al matrimonio, ma permette l’adozione. In Italia è fermo il dibattito sul riconoscimento delle coppie di fatto.