ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sciopero in Grecia, S&P declassa il debito

Lettura in corso:

Sciopero in Grecia, S&P declassa il debito

Dimensioni di testo Aa Aa

La situazione in Grecia diventa sempre più caotica. Giovedì uno sciopero generale ha paralizzato il paese: una manifestazione di protesta organizzata dai sindacati contro il piano di austerità annunciato dal primo ministro il socialista Papandreu.

Un quadro sociale di per sè molto complicato cui si aggiugono i dati relativi al debito e al deficit pubblico: entrambi sono a livelli record.

A tutto cio si aggiunge la notizia del nuovo declassamento del debito greco da parte dell’agenzia americana Standard & Poor’s.
Un declassamento che arriva una settimana dopo quello dell’altra agenzia americana Fitch.

Va da sè che il morale per i lavoratori greci non è certo al massimo

“Le misure annunciate dal premier vanno contro la classe operaia, dice questo dimostrante; è per questo motivo che bisogna fare sciopero”.

Senza dimenticare che la situazione è destianata a peggiorare. Secondo alcuni analisti infatti Standard&Poors potrebbe ribassare ancora il debito greco a partire dal prossimo mese di febbraio.

Scetticismo unito a rassegnazione Come sottolinea questa signora secondo cui non c‘è nulla da fare visto che il potere è tutto nelle mani del governo

E intanto la Borsa di Atene è in preda al panico: gli ordini di vendita colpiscono in particolar modo i titoli bancari