ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Copenhagen, proposte senza cifre

Lettura in corso:

Copenhagen, proposte senza cifre

Dimensioni di testo Aa Aa

Risultato di un confronto o imposizione del più forte, è ancora grande incertezza sul documento che uscirà dal vertice di Copenhagen. Ha preso il via la sessione finale al alto livello che introduce quella ministeriale di domani. Ultima parola ai capi di stato e di governo giovedì e venerdì.

“Il mondo sta guardando, sta trattenendo il fiato, abbiamo tempo solo fino al prossimo weekend”.

Le ultime bozze di documenti in circolazione non contengono cifre. Restano così nel vago gli obiettivi sul contenimento dell’innalzamento delle temperature tra i due gradi e il grado e mezzo. Gli Stati Uniti sono più favorevoli alla riduzione delle emissioni.

“Siamo consapevoli del nostro ruolo nel taglio delle emissioni e riconosciamo le nostre responsabilità negli sforzi per aiutare i paesi più poveri. Provare un senso di colpa non credo che sia un modo legittimo di vedere le cose “.

Gli Stati Uniti si sono impegnati ad abbassare le emissioni di anidride carbonica del 17% entro il 2020, rispetto ai livelli del 2005 e non sono intenzionati ad aumentare i loro sforzi. Eppure alcuni si aspettano ancora una proposta risolutiva da parte di Obama.
Negli ultimi giorni, l’accesso al vertice sarà ridotto al minimo, le autorità danesi hanno concesso migliaia di accrediti in più rispetto ai posti disponibili.