ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A quando un brevetto europeo?

Lettura in corso:

A quando un brevetto europeo?

Dimensioni di testo Aa Aa

Depositare un brevetto in Europa è una procedura lunga e costosa. L’Unione europea ne discute da 30 anni. L’ultima proposta sarà quella valida?

Nel 2008 l’Ufficio europeo per i brevetti ha rilasciato in tutto sessantamila titoli di proprietà industriale. Ma si tratta di brevetti che di europeo hanno solo il nome: la protezione accordata ai titolari è valida infatti solo negli stati in cui è stata fatta la richiesta e non su tutto il territtorio dell’Unione. Senza dimenticare che il procedimento è costoso. Per esempio un brevetto europeo riconosciuto in 13 paesi è undici volte piu’ caro di un brevetto americano e 13 volte piu’ costoso di un giapponese.

Bruxelles vuole credere che le ultime discussioni iniziate a dicembre del 2009 porteranno risultati.

“Gli uomini d’affari chiedono un brevetto europeo di alta qualità e un sistema legale di sicurezza giuridica. Abbiamo un’opportunità per un sistema di brevetto europeo a basso costo in modo da consentire la protezione delle tecnologie delle aziende sui mercati”

La creazione di un vero e proprio brevetto europeo è ancora lontana dalla buona formula. Numerose sono le questioni in sospeso: a cominciare dal numero delle lingue in cui il brevetto deve essere tradotto o ancora l’ammontare delle tasse .

Altro imperativo: semplicare la gestione delle liti giudiziarie. Una soluzione sarebbe quella di affidare ad un solo centro grazie alla messa in atto di un’unica giurisdizione.

L’obiettivo è di evitare un ricorso alla giustizia per la violazione di un brevetto in numerosi paesi simultaneamente. Una procedura lunga e costosa.

La parola è agli eurodeputati e alla corte di giustizia

Per saperne di piu’ sull’Europa Europe Direct, un numero verde e un sito Internet