ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ministro della difesa tedesco sotto pressione per raid in Afghanistan

Lettura in corso:

Ministro della difesa tedesco sotto pressione per raid in Afghanistan

Dimensioni di testo Aa Aa

Sa piú di quel che dice e dovrebbe dare le dimissioni. Queste le accuse contro il ministro della difesa tedesco Karl Theodor zu Guttenberg, sotto pressione per il raid aereo in Afghanistan che in settembre causó la morte di 30 civili e 69 talebani.

Lui si difende ricordando che non era ministro all’epoca dei fatti, costati il posto al suo predecessore e al capo delle forze armate. Ma di recente ha ammesso che l’attacco non aveva giustificazioni militari, scatenando di nuovo le critiche dell’opposizione.

“La commissione incaricata delle indagini dovrà appurare se dice il vero”, afferma Sigmar Gabriel della SPD, “quando afferma che l’esercito non gli ha fornito sufficienti informazioni”.

Il 4 settembre l’aviazione bombardó due camion cisterna rubati da estremisti islamici nel nord del paese.

Ora Berlino, che con quasi 4.500 soldati è la terza forza straniera in terra afgana, ha annunciato che indennizzerà le famiglie delle vittime.