ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Funzionari Ue in sciopero: chiedono aumento

Lettura in corso:

Funzionari Ue in sciopero: chiedono aumento

Dimensioni di testo Aa Aa

Bandiere e cappellini del sindacato, megafoni per far sentire forte la protesta.

I funzionari dipendenti del Consiglio europeo hanno scioperato lunedì per tre ore occupando l’atrio del palazzo Justus Lipsius.

Hanno chiesto che venga rispettato il regolamento che consente loro di avere un aumento dello stipendio pari al 3,7%.

Felix Géradon dell’ Union Syndicale: “L’anno scorso in Europa ci sono stati degli aumenti di stipendio nella funzione pubblica in Francia, Germania, Paesi Bassi; Belgio e Regno Unito, si tratta di adeguamenti degli stipendi superiori all’inflazione, questo significa aumento del potere d’acquisto che noi recuperiamo quest’anno perché non abbiamo avuto l’aumento l’anno scorso, mentre è stato il caso per i funzionari statali.

L’adeguamento dello stipendio, che vale per tutti i dipendenti – da un addetto alla segretaria che supera di poco i duemila euro fino ai direttori con piu’ di 17.000 euro al mese – è fatto in base a un regolamento del 2004 ed è caldeggiato dalla Commissione.

Una maggioranza di Stati membri ha espresso riserve se non critiche. Tra gli altri il Regno Unito di Gordon Brown.

Un funzionaro, Goran Welin: “Siamo ben pagati, ma è sempre stato così per permettere a professionisti di arrivare da nazioni diverse. È una cosa molto importante”.

Il regolamento prevede che l’adeguamento degli stipendi europei avvenga tenendo conto dell’andamento delal busta paga dei dipendenti della funzione pubblica di otto Stati membri.

Se la normativa non dovesse essere adottata, ci sono gli estremi per ricorrere alla Corte europea di giustizia.