ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Partito il primo treno diretto Belgrado-Sarajevo dalla guerra in Bosnia

Lettura in corso:

Partito il primo treno diretto Belgrado-Sarajevo dalla guerra in Bosnia

Dimensioni di testo Aa Aa

È piccolo e vetusto, ma è un simbolo di pace e di unità, anche se ormai la Jugoslavia unita non lo è più. Il primo treno che collega direttamente Belgrado a Sarajevo dalla fine della guerra in Bosnia ha lasciato la capitale serba in mattinata.

A bordo, solo 17 passeggeri, di cui nove diretti a Sarajevo. Uno di loro spiega l’importanza di questa nuova linea per lui: “Vado a Mostar due volte alla settimana, e per un anziano come me il treno è importante. Posso camminare e andare in bagno. Sapete com‘è viaggiare in pullman. Sono al tempo stesso triste e felice”. Un’altra si dice commossa da quest’evento: “Sento che è come una sorta di momento storico, anche se non sembra. Ci sono solo molti giornalisti, e non molti passeggeri. Ma in qualche modo è un evento speciale, si sente”. C‘è anche chi si ricorda dei bei tempi andati, prima degli anni novanta, quando il treno era ben più lussuoso di questo, con tanto di hostess in ogni carrozza: “Sono un vecchio macchinista, lavoro da trentun anni. Una volta in corridoio non si poteva camminare. Avevamo 12 o 13 carrozze e fra i 500 e i 600 passeggeri”. Oggi le carrozze sono solo tre: una appartiene alla Repubblica serba di Bosnia, un’altra alla Federazione croato-musulmana di Bosnia, mentre la Serbia, oltre alla motrice, possiede il vagone ristorante.