ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Abkhazia: Bagapsh confermato presidente

Lettura in corso:

Abkhazia: Bagapsh confermato presidente

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli elettori dell’Abkhazia hanno confermato il presidente uscente Sergei Bagapsh per un secondo mandato. Una vittoria a mani basse con quasi il 60% dei consensi, all’ombra però di brogli e discredito internazionale. All’Occidente che non riconosce il voto e agli avversari interni che denunciano la sua sudditanza a Mosca, Bagapsh risponde così: “Il riconoscimento dell’Abkhazia come stato indipendente non è sicuramente un processo facile. Abbiamo un immenso rispetto di Unione Europea e Stati Uniti. Che a loro piaccia o no, abbiamo però scelto la nostra strada”. La più calorosa accoglienza al risultato elettorale arriva non a caso da Mosca, che lo ha interpretato come “prova di identità nazionale”. Seguita soltanto da Venezuela e Nicaragua, la Russia è stata infatti la prima a riconoscere l’indipendenza dell’Abkhazia, dopo la guerra con la Georgia dello scorso anno. Accusato da Tiblisi di essere un pupazzo del Cremlino, Bagapsh dovrà soprattutto dar prova di indipendenza da Mosca: finora il vero finanziatore e protettore dell’ex territorio georgiano.