ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Stati Uniti, al via la riforma di Wall Street

Lettura in corso:

Stati Uniti, al via la riforma di Wall Street

Dimensioni di testo Aa Aa

Via libera della Camera dei rappresentanti alla legge di riforma finanziaria americana.

Un testo di quasi 1300 pagine, approvato con 223 voti contro 202 contrari. Una vittoria dell’amministrazione Obama, osteggiata fino all’ultimo dai repubblicani: “Nel sistema finanziario ci sono certamente delle lacune”, dice il repubblicano John Boehner, “Ma il progetto dei democratici va al di là di ogni immaginazione”. La paura è che il progetto crei incertezza sui mercati, aumenti le spese, impedisca la crescita dell’impiego e dia troppo potere al governo. “Ci dicono che gli americani non vogliono un incremento dell’ingerenza del governo” ribatte il democratico Barney Franck, “soprattutto nel campo della regolamentazione finanziaria. Ma l’idea che non si vogliano nuove regole per Wall street è sbagliata”. Il testo, che passerà al vaglio del Senato all’inizio del prossimo anno, prevede un maggiore controllo sulle istituzioni finanziarie e una maggiore protezione dei risparmiatori, con la creazione di un’agenzia apposita. Il tutto per evitare il ripetersi una crisi come quella del settembre 2008, quando il crack della Lehman brothers trascinó con sé economia e mercato immobiliare.