ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Los Angeles, richiesta d'archiviazione per Polanski

Lettura in corso:

Los Angeles, richiesta d'archiviazione per Polanski

Dimensioni di testo Aa Aa

La Corte d’Appello di Los Angeles ha cominciato l’esame della richiesta degli avvocati di Roman Polanski che chiedono di archiviare le accuse, evitare l’estradizione, liberare il regista.

Il caso Polanski è scoppiato il 26 settembre, quando a Zurigo il regista franco-polacco è stato arrestato sulla base di un mandato della giustizia americana spiccato nel 1978.

Dopo 2 mesi di carcere gli sono stati concessi gli arresti domiciliari su pagamento di una cauzione da 3 milioni di euro. Attualmente si trova nel suo chalet di Gstaad, in Svizzera, località che il regista frequenta da una trentina d’anni.

Polanski venne accusato a Los Angeles per i rapporti sessuali avuti con l’allora tredicenne Samantha Geiley nella villa di Jack Nicolson. Passò un mese e mezzo in carcere. Poi, nel timore di una condanna più dura, fuggì in Francia prima della sentenza.

La vittima, ora sposata Geimer e madre di 3 figli, ha da tempo chiesto alla giustizia americana di archiviare le accuse e chiudere il caso.